Abbiamo visto come nella corsa in salita sia necessario:

1) Un elevato livello di “resistenza muscolare locale”, cioè l’abitudine dei muscoli a sopportare  tempi di contrazioni superiori, che limitano l’afflusso di sangue rispetto a pendenze inferiori e provocano un precoce affaticamento.

2) Il maggiore lavoro muscolare (di circa il 40%, rispetto alla pianura) richiesto dai muscoli estensori dell’anca, soprattutto i glutei, i posteriori della coscia e i lombari.

Questo ha permesso di comprendere quali siano i mezzi ideali per migliorare quando la strada sale. Nel documento odierno cercheremo di approfondire quali siano le differenze tra la corsa
in discesa e quella in pianura, e di seguito comprendere quali mezzi allenanti permettano di migliorarsi quando la strada scende.

Documento completo


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

93 − = 83