Il 14 febbraio si avvicina e la macchina organizzativa continua i preparativi per far si che la 1^ edizione del Tibur EcoTrail possa accogliere nel migliore dei modi e far correre in tutta sicurezza tutti gli atleti partecipanti.

E di seguito alcune interessanti notizie su quello che sarà il 1° Trail che si correrà a Tivoli.

Partenza prevista per le ore 9,30 da Piazza del Plebiscito, per intenderci la stessa che ha accolto le edizioni del Gran Prix della Città di Tivoli.

Sulla piazza verrà montata una tenda medica a cura della Misericordia di Villa Adriana con medico, l’arco gonfiabile, il tavolo del ristoro che rifocillerà tutti gli atleti partecipanti con dolci, salati, acqua, thè caldo e al termine pasta party gratuito per tutti.

Gli atleti dopo la partenza percorreranno Via Palatina verso il quartiere antico della Cittadella fino al Tempio di Vesta e di li entreranno nella Villa Gregoriana, aperta eccezionalmente ai podisti dopo circa 30 anni grazie alla concessione del F.A.I., si scenderà fino in fondo alla villa su un sentiero scavato nella roccia per poi risalire fino alla seconda uscita posta vicino all’Arco di Quintiliolo.

Di qui inizierà la salita verso il villaggio Don Bosco, quindi gli atleti percorreranno circa 15 km. all’interno della Riserva Naturale del Monte Catillo, si raccomanda di rispettare in ogni modo l’ambiente, e correranno tra vegetazione di ogni tipo dietro due cavalieri che fungeranno da apripista, altri due scorteranno l’ultimo atleta per tutto il percorso, cavalli e cavalieri saranno messi a disposizione dall’Associazione Quintilio Primo.

All’interno della Riserva un esercito di volontari vigilerà sulla sicurezza degli atleti, ed una telecamera proietterà le immagini su un maxi schermo montato in Piazza del Plebiscito.
La C.R.I. sarà presente con 2 moto mediche con infermieri e defibrillatore, un’ambulanza 4×4 con personale paramedico, una squadra di soccorso speciale per i tratti inarrivabili dal soccorso su ruote, verrà messo a disposizione del Comune di Tivoli un ponte radio gestito dall’A.R.I.

Ci sarà anche il C.A.I. ad assistere gli atleti all’interno della riserva, coaudiuvato dagli operatori del Dopolavoro Ferroviario di Tivoli che allestiranno anche un ristoro a metà gara in località Quadrivio, presente il FVRS con un auto 4X4, i Rangers Italia metterano a disposizione un’altra autovettura, la Protezione Civile Provinciale monterà una tenda d’accoglienza e metteranno a disposizione un’auto 4×4, insomma tante associazioni che cercheranno di rendere la gara la più sicura possibile.

Per i primi 250 iscritti è previsto un ricco pacco con prodotti offerti da tanti esercizi commerciali di Tivoli, verranno premiati i primi 10 uomini e le prime 6 donne che taglieranno il traguardo con rimborsi spese, e i primi 3 uomini e donne di ben 14 categorie con prodotti alimentari, inoltre premi anche per gli ultimi 10 uomini e le ultime 6 donne giunte al traguardo con materiale sportivo offerto da Cat Sport.

I tempi verranno rilevati elettronicamente con il sistema dei codici a barre, insomma mi sembra che ci siano tutti i presupposti per una bella gara all’insegna dell’ecologia, della natura e della solidarietà, si perché i proventi detratte le spese verrano devoluti al Villaggio Don Bosco di Tivoli e ai suoi ragazzi.

Vi aspetto numerosi,

P.S.
ringrazio per la collaborazione Serena Latini, Danilo Santoponte, Elio Dominici, Alessandra Anselmi, Francesco Magini, Bernardino Costantini, Gianfranco Novelli, Giuseppe Coccia, Silvano Solini, Rinaldo Ceccotti, Luigi Valeri, Gabriele Di Domenico e qualcun altro che sicuramente avrò dimenticato.

Massimiliano Rossini.

Categorie:

Lascia un commento