TIBUR ECO TRAIL DOVE NULLA è LASCIATO AL CASO

Le piogge e il freddo dei giorni prima della gara hanno lasciato i loro tagibili segni sul percorso di questo secondo Tibur Eco Trail, ma del resto non poteva essere altrimenti, non a caso questa è l’ultima competizione del circuito Winter Trail dove winter sta per inverno e trail per sentiero , il tracciato ben segnalato e presidiato ha fedelmente rispecchiato tutte le caratteristiche di una corsa trail invernale. Fango, pietre e foglie bagnate, ripide salite e discese hanno accentuato le caratteristiche tecniche che il Tibur trail ci regala da due anni. A questi appuntamenti occorre arrivare con la giusta preparazione e con un adeguato equipaggiamento a partire dalle calzature, non si può correre con scarpe da strada , si rischia troppo invece che divertirsi. Quindi ai prossimi trail tutti con scarpe da trail. Per molti dei 250 partecipanti si è trattato di un vero tuffo in una natura inaspettatamente selvaggia a due passi da Roma, per non parlare del caratteristico e ffascinante passaggio dentro Villa Gregoriana appositamente aperta dal Fondo Italiano per l’Ambiente “FAI” che ne è geloso e scrupoloso custode e gestore. Una manifestazione che va annoverata tra quelle che rispecchiano un sano e sapiente incontro tra lo sport la natura e un turismo sostenibile. Bravi e grazie a tutti gli organizzatori in primis Serena e Massimiliano.

Categorie:

Lascia un commento